La grande tradizione cinematografica incontra le massime tecniche 3D, per un’unione perfetta.
Che film vedremmo se un ritmo alla Sixth Sense e una tensione casalinga, simile a quella che angoscia la Kidman in The Others, fossero ambientate nella Littoria che fu e nella Latina di oggi? Tra architetture razionaliste e cieli metafisici?

Se il gusto per l’introspezione psicologica alla Highsmith (presente Mr Ripley?) si tingesse di sfumature alla Cronenberg e di tinte forti e ossessive alla Polanski, che film guarderemmo?

E’ semplice: Fairytale.

Fairytale è il primo film supernatural – thriller italiano, prodotto da Onemore Pictures e da RAI Cinema, per la regia di Ascanio Malgarini e Christian Bisceglia.

Un film interamente girato a Latina e con effetti speciali digitali 100% italiani che faranno ricredere in molti sul fatto che il cinema italiano low budget non può avvalersi di tecnologie di lusso. Un film che verrà girato in quattro settimane e poi lavorato in computer grafica per altri sei mesi.
Sei mesi per dare alla paura una perfezione da togliere il fiato.

Quello che ha intuito Manuela Cacciamani, la giovane e illuminata produttrice del film, è che la grande tradizione del cinema italiano va perseguita, ma contemporaneamente rinnovata. Manuela scherza dicendo ” e’ una fiaba che non raccontero’ mai al mio bimbo” e crede che non si può prescindere da una sceneggiatura perfetta, come quella di Christian Bisceglia, ma neanche dalle nuovissime tecniche cinematografiche. Tecniche che a loro volta non sono incompatibili col cinema autoriale, ma sono una nuova ricchezza espressiva al servizio del linguaggio cinematografico. Nel nostro caso a garantirle sono il gia’ noto artista degli effetti visivi digitali Ascanio Malgarini insieme al due volte vincitore David Donatello, Nicola Sganga, che e’ il Vfx SuperVisor del film.

Non a caso anche Bertolucci ha a lungo elogiato le nuove tecniche digitali, pensando più di una volta di adottarle e non a caso Rai Cinema ha creduto nel progetto. Lo ha fatto anche un grande del nostro cinema, Giuliano Montaldo, che ha deciso di far parte del cast di Fairytale, che ben si sposa con la sua natura eclettica e geniale di regista, attore, sceneggiatore, pluripremiato e apprezzato nel mondo. Ricordate , Marco Polo e Sacco e Vanzetti?

Segno che la tradizione sa accogliere il nuovo con entusiasmo. E vede in questa opera prima della Onemore Pictures un punto di partenza imprescindibile per il cinema italiano nella categoria supernatural-thriller, fino ad oggi appannaggio degli stranieri.

Se pensavate di non provare più paura davanti a un film da quando avevate tredici anni, Fairytale saprà trovarla dentro di voi.

C’è una fiaba. E una donna misteriosa: non si sa se angelo o strega. C’è una bimba, Helena, ammaliata dall’arrivo della “Fata dei denti” e sua madre Sophia, interpretata dalla statuaria Harriet Mac Masters Green, che assiste impotente al trasformarsi di un’innocente storiella per bambini in un incubo che arriva da lontano. Non si scivola mai nello splatter, ma nella lama tagliente della scrittura psicologica.

E poi c’ è Latina, la città dove Helena e Sophia si sono trasferite. La sua austerità, il silenzio dei suoi marmi, le sue ombre nette e crudeli.

Le riprese sono iniziate il 2 novembre per fare di Latina una Chicago italiana, che guarda al mercato internazionale. La Onemore Pictures è pronta. Pronta la Provincia di Latina che ha creduto da subito in questo progetto, pronto Gennaro Coppola, l’amministratore unico della società.

Dal 2 novembre la paura abita le strade dell’ex Littoria.

E voi? Voi siete pronti allora a questo primo tuffo nel supernatural?

Aspetterete col fiato sospeso fino al 2012. Ma ne varrà la pena…

Il distributore internazionale sara’ Rai Trade .