A MILANO PIU’ DI 1000 DELEGATI da 160 PAESI DEL MONDO PER l’IPM di EXPO 2015 ED E’ DIRECT 2 BRAIN A PRODURRE I  CONTENUTI VIDEO CHE RACCONTANO LA  SMART CITY”

MENTRE LO STORICO STUDIO DI ANIMAZIONE SI PREPARA AD APRIRE UNA NUOVA SEDE A BOLZANO!!

I virtuosi della post produzione sono stati in grado di realizzare l’utopia. Ovvero il “non luogo”, o “luogo perfetto” secondo l’idea di Tommaso Moro.

E l’hanno fatto in modo divertente e coinvolgente. Una presentazione multimediale di dieci minuti della città del futuro la cui estetica è una delle punte massime dell’animazione in 3D a livello europeo.

Manuela Cacciamani, produttore esecutivo e CEO, Nicola Sganga, Supervisore Effetti Visivi Digitali di “Direct2brain”, sono oggi i vincitori dell’appalto per i servizi multimediali afferenti alla presentazione della Smart City.
Guidati dall’Ing. Valerio Zingarelli, CTO EXPO, per la Regia di Riccardo Paoletti, lo storico Studio di Animazione italiano appartenente al Gruppo AXED S.P.A. si è divertito a costruire la città perfetta nei loro computer.
La Smart City di cui si parla è la visione della città al servizio del cittadino, dal punto di vista di una realtà non troppo lontana da quella che la tecnologia attuale ci da già modo di formulare.
Un gruppo, quello di “Direct2brain”, come amano dire i responsabili, talmente affiatato che lavora come se volesse duplicare il funzionamento stesso del cervello: «La parte destra, creativa, sogna soluzioni impossibili, la sinistra, razionale, usa la tecnica per dare forma all’immaginazione».
Sono loro gli autori dei contenuti video che verranno proiettati a Milano nei giorni 10 e 11 ottobre, in occasione dell’International Participants Meeting di Expo 2015. Il lavoro multimediale è stato messo a punto in seguito alla vittoria di un bando di gara per Expo 2015, concluso il luglio scorso.
D2B ha realizzato delle riprese mappando la città di Milano, ha poi ultimato il lavoro presso gli studi di post produzione di Roma dove, come fanno le piccole sartorie di qualità, ha “cucito” insieme realtà urbana odierna e concept di ciò che sarà la Smart City — la città che visiteremo nel 2015 —. Il gruppo D2B ha così reso possibile l’integrazione tra l’ecosistema del territorio milanese e l’area nel settore nord-ovest di Milano, sede dell’Expo.
La promozione multimediale da parte di “Direct2brain” di quest’evento sarà un’occasione da ricordare per la sua portata in termini di innovazione. Essa anticiperà ai visitatori l’esperienza alla quale avranno modo di prendere parte durante l’Expo vera e propria. La preview del 10 e 11 ottobre 2012, permetterà al pubblico di proiettarsi nel cuore di un diverso modello di realtà, mediante la simulazione del tema di una città interattiva, espressione dell’apice dell’etica tecnologica al servizio degli utenti.

Dopo Latina e Roma, Direct 2 Brain questo dicembre aprirà una nuova sede a Bolzano che sarà particolarmente dedicata ai servizi cinematografici e pubblicitari.

BREVE STORIA DELL’EXPO

L’Expo vanta una storia nobile e centenaria. È, infatti, un’esposizione universale che fin dagli esordi ebbe modo di compendiare la partecipazione di molte nazioni, le quali di norma anche oggi vengono ospitate dal paese vincitore di una gara (nel nostro caso a vincere è stata l‘Italia). Gli obiettivi dell’Expo sono culturali e diplomatici, incoraggiano l’internazionalizzazione dei prodotti senza mercificarli, attraverso l’intelligenza e il rigore progettuale.
La prima Expo è stata quella di Londra, nel 1851. Il suo successo spinse altre nazioni a organizzare iniziative affini, come l’Expo di Parigi del 1889, ricordata per la creazione della Torre Eiffel su progetto dell’architetto omonimo, struttura effimera che divenne, come è noto, simbolo della città. Un esempio di come la provvisorietà possa trasformarsi in volano per le attività future.
Il tema dell’Expo 2015 “Feeding the Planet. Energy for Life” darà visibilità alle tecnologie, all’innovazione, alla cultura, alle tradizioni e alla creatività legati al settore dell’alimentazione e del cibo, raccogliendo così tematiche già sviluppate dalle precedenti edizioni di questa manifestazione e riproponendole alla luce dei nuovi scenari globali al centro dei quali c’è il diritto ad una alimentazione sana, sicura e sufficiente per tutto il pianeta. Tutti i paesi partecipanti potranno dare la loro libera interpretazione di questo tema, relativamente alla propria cultura e alle proprie tradizioni.
L’Expo verrà realizzata in un sito attrezzato all’uopo e sarà un’occasione di condivisione e diffusione dei saperi fondamentali per la vita che ci accingiamo a condurre sul piano della nutrizione e della salute.